istituto linea milano

Vai ai contenuti

Menu principale:

Speciale Cellulite

 
  • MICROTERAPIA

La versione piu moderna della mesoterapia.
"Si inietta nella pelle una sostanza ipersalina che richiama i liquidi in eccesso e permettere di eliminarli attraverso le urine" spiega il dermatologo Antonino Di Pietro.
Risultato: il gonfiore sparisce e si riattiva il metabolismo.
Le sedute sono brevi: 10-20 minuti rispetto ai 30 della mesoterapia.
Contraindicazioni: per avere qualche risultato ci vogliono almeno 10 tratamenti con cadenza settimanale.


  • IONOFORESI

Particolarmente utile nella cellulite fibrosa di media gravita e per zone difficili come retrocoscia, braccia e torace, e una tecnica made in Italy che non usa aghi ma onde elettriche. "Onde che aprono i canali tra le cellule facendo penetrare nella cute sostanze ad hoc, le stesse della mesoterapia associate a vitamine o aminoacidi" dice Bacci.
Contraindicazioni: la ionoforesi non fa male ma vogliono almeno 15 sedute per avere dei risultati e spesso viene associata alla mesoterapia e alla terapia laser.


  • ENDERMOLOGIE

L’alternativa non chirurgica alla liposcultura
"Perfetta per le ragazze con una cellulite causata da un eccesso di estrogeni dovuto alla pillola o per preparare i tessuti a trattamenti medici come mesoterapia, e laser, l’endermologie e una macchina con piccoli rulli che aspirano e spostano la cute" dice Bacci. "Con questa tecnica si riducono le tossine e si riattiva la microcircolazione e le reazioni metaboliche che regolano la vita di cellule e tessuti".
Una seduta dura circa 35 minuti.
Contraindicazioni: i risultati non sono immediati, si comincia a vedere qualcosa dopo 15-20 sedute, e occorre sempre associare all’endermologie altre metodiche come vacuumterapia.


 
Torna ai contenuti | Torna al menu